SCARICA LA CARTA DEI SERVIZI

CARTA DEI SERVIZI

• MISSIONE E OBIETTIVI
Il Laboratorio Analisi cliniche CLINILAB è una struttura sanitaria privata convenzionata con il Sistema Sanitario Nazionale (Accreditamento Regione Umbria con D.D. 4254 del 04/05/2017) che opera al servizio e per la salvaguardia della salute secondo i principi di uguaglianza, imparzialità, diritto di scelta, efficienza ed efficacia.
Infatti, il laboratorio:
• accoglie chiunque abbia necessità dei suoi servizi indipendentemente dalla nazionalità, dall’etnia, dalla cultura e dalla religione;
• applica procedure e tecnologie mediche ed amministrative efficaci, efficienti ed idonee;
• aiuta gli utenti a trovare una risposta adeguata ai loro bisogni sanitari relativamente alle prestazioni effettuate;
• alle persone che ad esso si rivolgono fornisce informazioni sulla loro salute, garantendo la massima riservatezza;
• promuove una revisione critica continua della propria attività ed organizzazione che possa migliorare od ampliare i servizi a disposizione dell’utenza. Il personale opera sempre in linea con i più recenti sviluppi scientifici, e le apparecchiature di avanguardia forniscono la massima garanzia complessiva per le diverse prestazioni eseguite.
Le caratteristiche di tutti i servizi del Laboratorio Analisi CLINILAB sono rappresentate in sintesi da:
• affidabilità e personalizzazione dei servizi;
• professionalità ed efficienza degli operatori;
• accoglienza cordiale e ambiente confortevole.

• LOCALIZZAZIONE E MODALITA’ DI ACCESSO
Il Laboratorio Analisi CLINILAB si trova a Ponte San Giovanni, Perugia, in Via Manzoni 418.
Il laboratorio è aperto per i prelievi, senza appuntamento:
dal lunedì al sabato : dalle 7.00 alle 10.30.
Il laboratorio inoltre effettua prelievi a domicilio su appuntamento.
Al termine della prestazione viene consegnato all’Utente il tagliando che contiene tutte le informazioni necessarie per il ritiro dei referti.
La consegna referti avviene nei giorni feriali con i seguenti orari:
dal lunedì al venerdì : dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.00.
il sabato: dalle 9.30 alle 12.30.

• CHI SIAMO
Dott. Franco Scavizzi
Direttore Sanitario
Responsabile Qualità, Direzione scientifica
Laurea in Farmacia, Medicina e Chirurgia
Specialista in Gastroenterologia e Medicina interna
già Professore incaricato alla Facoltà di Farmacia per l’insegnamento di Analisi Chimico Cliniche
Responsabile tecnico del “settore specializzato in analisi tossicologiche con finalità medico legali”.

Sig.ra Ornella Pannacci
Responsabile Amministrazione

Dott.ssa Arabella Scavizzi
Laurea in Scienze Biologiche, specialista in Microbiologia

Ing. Simone Scavizzi
Responsabile del Sistema Informatico
laurea in Ingegneria Elettronica

Dott.ssa Daniela Gabrielli
Settore microbiologia e Medicina del lavoro
Laurea in scienze Biologiche

Dott.ssa Sara Giacaroni
Settore Ematologia, Chimica clinica e immunologia, Diagnosi prenatale
Laurea in scienze Biologiche
Dott.ssa Barbara Renga
Laurea in scienze Biologiche, specialista in Biochimica Clinica e biologia molecolare Clinica
Settore Ematologia, Chimica clinica e immunologia, Diagnosi Prenatale

Dott. Pierini Francesca
Infermiera diplomato
Responsabile prelievi

• AREE DI ACCESSO AL PUBBLICO
1. Accettazione Sala d’attesa

2. Sala prelievi

3. Toilette (2)
4. Ambulatorio (2)

• AREE RISERVATE AL PERSONALE
1 Laboratorio Centrale di Chimica Clinica ed Immunologia
2 Laboratorio di Microbiologia
3 Studio
4 Direzione Segreteria e Amministrazione
5 Toilette (2)
6 Lavaggio e preparazione
7 Magazzino
8 Laboratorio analisi tossicologiche

• STANDARD DI EROGAZIONE DEI SERVIZI
Gli standard di esecuzione sono generalmente molto rapidi. I referti vengono consegnati entro 1-2 giorni dal prelievo per gli esami eseguiti in sede, mentre per quelli inviati in service la consegna avviene dopo 7-10 giorni.
Il referto specifica per ogni indagine effettuata il metodo, l’unità di misura, ove applicabile, i valori normali. Alcune analisi di particolare rilievo sono rappresentate da grafici ed elaborati che vengono allegati al referto. Al fine di assicurare l’obbligo di controllo della Qualità delle prestazioni erogata (D.L. 517/93) il Laboratorio partecipa a programmi di valutazione esterna di Qualità per indagini chi Chimica clinica, Immunometria; Ematologia; Coagulazione. Svolge inoltre programmi di Controllo Interno di Qualità mediante standard di riferimento.
In occasione delle festività, gli orari ridotti delle attività ed i giorni di chiusura del centro, vengono tempestivamente comunicati per mezzo di cartelli e comunque vengono segnalati verbalmente dal personale.

• REFERTI VIA EMAIL
Il servizio di refertazione on-line è un servizio che il Laboratorio offre agli Utenti che ne fanno richiesta in forma totalmente gratuita e sicura e che consente di accedere ai propri referti di laboratorio attraverso la posta elettronica del cliente. Per attivare il servizio gratuito “Referti on line”, basta compilare una semplice scheda e firmare il “Regolamento del servizio”al momento dell’accettazione. Per consultare il referto, protetto da password, basterà digitare il codice ricevuto e stampato sul foglio per il ritiro consegnato in fase di accettazione.

• SERVIZI EROGATI
Nella nostra struttura vengono eseguite indagini diagnostiche chimico-cliniche in vitro che vengono realizzate con l’esecuzione di esami chimici e immunologici nei settori endocrinologici, allergologici, tossicologici e batteriologici su campioni biologici di origine umana. Il laboratorio offre i propri servizi di diagnostica analitica in vitro anche ad aziende con servizio di indagine e monitoraggio della sicurezza ed igiene del lavoro, valutando situazioni a rischio ed eseguendo indagini mirate a controllare costantemente lo stato di salute dei lavoratori esposti a sostanze e/o a lavorazioni pericolose. Più precisamente nella nostra struttura vengono eseguite le seguenti indagini chimico-cliniche e batteriologiche:
CHIMICA CLINICA
ALBUMINA CREATININURIA MAGNESIO
ALBUMINURIA EMOGLOBINA GLICATA MICROALBUMINURIA 24 H
ALDOLASI CUPREMIA MICROALBUMINURIA
AMILASI TOTALE CUPRURIA MUCOPROTEINE
AMMONIO ELETTROFORESI HB NUMERO DI DIBUCAINA
AZOTEMIA ELETTROFORESI PROTEICA OSSALURIA
AZOTURIA ESAME CHIMICO FECI POTASSIO NEL SIERO
BILIRUBINA TOTALE FOSFATASI ALCALINA POTASSIO NELLE URINE
BILIRUBINA DIRETTA FOSFATASI ACIDA PROTEINE BENCE JONES
BILIRUBINA INDIRETTA FOSFATASI PROSTATICA PROTEINE TOTALI
CALCIO NEL SIERO FOSFOLIPIDI PROTEINURIA
CALCIO NELLE URINE FOSFORO NELLE URINE SIDEREMIA
CALCOLO URINARIO FOSFORO NEL SIERO SIDERURIA
CAPACITA’ FERRO LEGANTE GLICEMIA SODIO NEL SIERO
CLEARANCE DELLA CREATININA GLICOSURIA SODIO NELLE URINE
CLEARANCE DELL’ UREA ISO AMILASI PANCREATICA TRANSAMINASI GPT (ALT)
CLORO LDH TRANSAMINASI GOT ( AST)
COLESTEROLO LDL LIPASI TRANSFERRINA
COLESTEROLO TOTALE LIPEMIA TRIGLICERIDI
COLESTEROLO HDL LIPIDOGRAMMA URICEMIA
COLINESTERASI LITIO URICURIA
CPK FOSFATASI ALCALINA Y-GT
CREATININA
EMATOLOGIA
EMOCROMO + FORMULA PT D-DIMERO
PIASTRINE PTT TEST DI COOMBS DIRETTO
RETICOLOCITI ANTITROMBINA III TEST DI COOMBS INDIRETTO
EMOGRUPPO E FATTORE RH FIBRINOGENO PROTEINA C
V.E.S G6PDH PROTEINA S
ANEMIA
FERRITINA VITAMINA B12
TRANSFERRINA FOLATI
SIDEREMIA
MARCATORI CARDIACI
TROPONINA I CPK
OMOCISTEINA CK MB
MIOGLOBINA GOT
NEFELOMETRIA/TURBIDIMETRIA
IGG CATENE K SIERO CATENE LAMBDA URINE
IGA CATENELAMBDA SIERO APTOGLOBINA
IGM C1 ESTERASI
C3 CI Q INIBITORE
C4 CATENE K URINE
ARTRITE REUMATOIDE
WAALEROSE RF ANTICORPI
ANTICITRULLINA
DOSAGGIO FARMACI
ACIDO VALPROICO DIGOSSINEMIA
CARBAMAZEPINA FENOBARBITAL
CICLOSPORINA TEOFILLINA
DIFENILIDANTOINA
VIROLOGIA
MARKERS EPATITE B ALTRE MALATTIE INFETTIVE: VARICELLA
MARKERS EPATITE C MORBILLO
MARKERS EPATITE A E D PAROTITE
MARKERS HIV BORRELIA
TORCH
MONONUCLEOSI
FUNZIONALITA’ TIROIDEA
FT3 TSH REFLEX TG
FT4 Ab TPO TRAB
TSH Ab TG TMAB
FERTILITA’
FSH DHEA-S SHBG
LH ANDROSTENEDIONE ESTRONE
PRL ESTRADIOLO 17 OH PROGESTERONE DHT
PROGESTERONE TESTOSTERONE TESTOSTERONE FREE
DHEA SPERMIOGRAMMA METODO SCA
GRAVIDANZA
ESTRIOLO TOTALE B-HCG ORMONE LATTOGENO
PLACENTARE (HPL)
METABOLISMO FOSFO-CALCICO
PTH FOSFATASI ALCALINA OSSEA
OSTEOCALCINA CALCEMIA
CALCITONINA CALCIURIA
IDROSSIPROLINURIA
FUNZIONALITA’ SURRENALICA
ALDOSTERONE CORTISOLO URINARIO
CORTISOLO ALDOSTERONE URINARIO
ACTH 17 OH PROGESTERONE
DHEA-SOLFATO
MARCATORI TUMORALI
CEA BETA-HCG BETA 2 MICROGLOBULINE
ALFA-FETOPROTEINE TIREOGLOBULINA (TG) PSA TOTALE
Ca 15-3 Ca 125 PSA LIBERO
TPA Ca 19-9 (GICA) PSA RATIO
FERRITINA
AUTOIMMUNITA’
CELIACHIA Autoimmunità Nucleare Autoimmunità Organo-Specifica
Ab anti-endomisio ANA HEP2 ANA
Ab anti-gliadina ENA AMA
Ab anti-transglutaminasi ANTI-DNA ASMA
ANTI CENTROMERO
ALTRI AUTOIMMUNITA’
ANTI-MITOCONDRI
MICROBIOLOGIA
COPROCOLTURA (IDENTIF.+ ANTIBIOGRAMMA) SPERMIOCOLTURA TAMPONE URETRALE
EMOCOLTURA (IDENTIF. + ANTIBIOGRAMMA) RICERCA CLAMIDIA NEL LIQUIDO SEMINALE TAMPONE AURICOLARE
RICERCA MICOPLASMA NEL LIQUIDO SEMINALE RICERCA DIRETTA H.PILORY NELLE FECI TAMPONE LINGUALE
RICERCA MICOPLASMA NELLE URINE TAMPONE FARINGEO TAMPONE NASALE
ESAME URINE TAMPONE VAGINALE TAMPONE RETTALE
URINOCOLTURA (IDENTIF. + ANTIBIOGRAMMA) TAMPONE CERVICALE ESAME CHIMICO FECI
SANGUE OCCULTO NELLE FECI
TEST ALLERGOLOGICI
TEST INTOLLERANZE ALIMENTARI
BREATH TEST
MEDICINA DEL LAVORO E TOSSICOLOGIA
METANFETAMINE FENOLI TETAN TEST
AMFETAMINE ACIDO IPPURICO ACETONE
METADONE ACIDO METILIPPURICO METALLI PESANTI (Cr, Pb, …)
COCAINA ACIDI FENILGLIOSSILICO E MANDELICO TOLUENE, XILENE, TRIELINA
CANNABINOIDI ACIDO TRICLOROACETICO
OPPIACEI BENZOLO
MDMA (ECSTASY) 1-IDROSSI PIRENE
CITOLOGIA URINARIA
MEDICINA PREVENTIVA PER LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO CARDIOVASCOLARE
AGGREGAZIONE PIASTRINICA GLUTATIONE RAPPORTO TRA n-6 /n-3
ACIDI GRASSI OMEGA 6 (n-6) ACIDI GRASSI OMEGA 3 (n-3) RAPPORTO TRA n-6 /n-3
MIELOPEROSSIDASI
DIAGNOSI PRENATALE(*)
TEST GENETICO AURORA
Altri test genetici(*)
(*) Esami svolti in service

• SERVIZIO DI PRELIEVO A DOMICILIO
E’ possibile richiedere, tramite prenotazione, il prelievo a domicilio. E’ sufficiente prenotarlo o presentandosi al laboratorio o tramite prenotazione telefonica
• ESAMI SVOLTI PRESSO ALTRE STRUTTURE
Nel caso di esami di altissima specializzazione, esempio analisi genetiche, il laboratorio di avvale di strutture esterne certificate e di altissima professionalità.
• PREPRAZIONE DEL PAZIENTE PER L’ESAME DEL SANGUE
Premesso che il siero, da utilizzare per la maggior parte degli eami di laboratorio, è ottimale quando è esente da torbidità lipemica, emolisi o diluizione si consigliano queste semplici regole (ad eccezione di esami particolari elencati e per le urgenze):
• La sere precedente, assumere una alimentazione varia, senza eccessi o restrizioni dietetiche qualitative o quantitative, se non richieste clinicamente. Il digiuno minimo deve essere di 10 ore.
• Astenersi da alcolici e caffè
• Non assumere alimenti durante la notte e mantenersi digiuni al mattino. E’ concessa l’assunzione di acqua.
• Se non richiesto clinicamente evitare l’assunzione di farmaci. Questi potranno essere somministrati dopo il prelievo.
• Segnalare l’assunzione di farmaci assunti.
• Segnalare episodi negativi occorsi in precedenti prelievi.
• Gli esami eseguiti non a digiuno o secondo ritmi circadiani

Durante Il prelievo:
• mettersi in una posizione comoda sulla poltrona dei prelievi
• evitare movimenti inconsulti durante il prelievo
• mettersi supino se necessario
Dopo Il prelievo:
• bisogna tenere il braccio disteso, premendo bene il cotone per almeno 5 minuti sul punto della ferita. Se si è in terapia con anticoagulanti o antiaggreganti, bisogna prolungare tale tempo fino a 10 min.
• Il cotone insanguinato va gettato nei contenitori appositi.

Il prelievo di sangue e’un atto di “fastidio” minimo, ma è pur sempre un atto a valenza sanitaria.
Nella fase di prelievo, pur provando un lieve dolore dovuto alla puntura, si deve cercare di restare
immobili.
A seconda degli esami richiesti, sarà necessario riempire di sangue una o più provette; la quantità
totale è sempre comunque molto scarsa e non pregiudica lo stato di salute.
In relazione alla difficoltà nel reperire la vena, potrà essere necessario provvedere a più punture per ottenere la quantità di sangue necessaria.
In rarissimi casi è possibile che non si riesca ad effettuare il prelievo stesso e si debba ricorrere a
prelievo arterioso o prelievo venoso in altre sedi.
Prelievi a bambini: per i bambini non collaboranti è necessario immobilizzare il bambino / braccio
primariamente per raggiungere lo scopo e poi anche per evitare traumi. Si chiede pertanto la
collaborazione, psicologica e/o materiale, dei genitori.
L’operazione prelievo è generalmente un intervento semplice; può però, a volte, comportare alcune
complicazioni:
– ematomi
– flebiti, nevriti : assolutamente rare.
– temporanea perdita di coscienza in soggetti particolarmente emotivi o reattivi.

• MODALITA’ DI RACCOLTA DEI CAMPIONI BIOLOGICI
MODALITÀ DI RACCOLTA DEL CAMPIONE PER L’ESAME URINE STANDARD
Dopo aver eseguito un lavaggio e risciacquo dei genitali esterni, raccogliere le urine del mattino (prima minzione), scartando la parte iniziale e finale della minzione (raccogliere il mitto centrale o intermedio).
Contenitori monouso possono essere ritirati presso il Laboratorio.
Il campione va consegnato il prima possibile e comunque entro 2 ore.
Conservare eventualmente il campione NON in frigorifero ma in luogo fresco.
Il campione per esssere significativo deve essere stato in vescica almeno 3 ore.

MODALITÀ DI RACCOLTA DELLE URINE PER URINOCOLTURA
Prima di iniziare la raccolta delle urine munirsi di un contenitore sterile per urinocoltura.
Raccogliere le urine preferibilmente del mattino (prima minzione) oppure dopo almeno 3 ore dalla precedente minzione.
La terapia antibiotica deve essere sospesa da almeno 5 giorni; eventualmente segnalarlo sulla richiesta.
Di norma la raccolta deve essere eseguita al di fuori del periodo mestruale.
Lavare accuratamente i genitali esterni.
Scartare la prima parte di urina.
Raccogliere direttamente nel recipiente sterile la seconda parte di urina (mitto centrale o intermedio [ sono sufficienti 10 – 15 mL); scartare l’ultima parte della minzione.
Si raccomanda di non contaminare con le mani l’interno del contenitore e aprirlo solo al momento della raccolta.
Richiudere il contenitore immediatamente dopo la raccolta.
Il campione va conservato in frigorifero e fatto pervenire entro 1 ora. Fare attenzione che l’urina non fuoriesca durante il trasporto

RACCOLTA DELLE URINE DA SACCHETTO (bambini)
Il sacchetto per la raccolta è reperibile presso Farmacia, Parafarmacia, ecc.

Lavare con cura le mani con acqua e detergente (non usare antisettici!), risciacquare e asciugare;
lavare con cura i genitali esterni e il perineo del piccolo paziente con acqua e sapone (non usare antisettici!), quindi sciacquare e asciugare;
aprire il sacchetto sterile evitando di toccarne l’interno;
fare aderire il sacchetto alla cute perineale;
mantenere il bambino in posizione eretta;
raccogliere le urine;
nel caso il bambino abbia difficoltà a urinare, rimuovere il sacchetto ogni trenta minuti e ripetere la procedura di pulizia e posizionamento sopra descritte, fino alla raccolta del campione;
richiudere il sacchetto utilizzando l’apposita linguetta adesiva;
porre il sacchetto in posizione verticale in un vasetto sterile (è preferibile non travasare le urine dal sacchetto in altro contenitore, al fine di ridurre la possibilità di contaminazione);
chiudere il vasetto con cura.

MODALITÀ DI RACCOLTA DELLE URINE DELLE 24 ORE
SENZA CONSERVANTE
Prima di iniziare la raccolta delle urine munirsi di un contenitore della capacità di circa 2 litri, (si consiglia di utilizzare contenitori venduti in farmacia)
Al mattino il paziente deve svuotare la vescica scartando le urine della notte.(es.ore 7.0)
In seguito si dovranno raccogliere tutte le urine della giornata comprese quelle della notte. Terminare la raccolta la mattina seguente alla stessa ora a cui si è svuotata la vescica il mattino precedente(ore 7.0). Conservare le urine in un luogo fresco.
Mescolare per capovolgimento tutte le urine del contenitore, quindi misurare la quantità in esso contenuta.
Prelevare una quantità di circa 20 ml di urine dal contenuto e trasferirla in un bicchierino che viene consegnato al laboratorio
Indicare la quantità’ sul contenitore . In alternativa conservare e consegnare tutte le urine con il contenitore
Consegnare il campione al Laboratorio lo stesso giorno in cui viene completata la raccolta

CON CONSERVANTI

Prima di iniziare la raccolta delle urine munirsi di un contenitore della capacità di circa 2 litri, (si consiglia di utilizzare contenitori venduti in farmacia ).
Recarsi al laboratorio che provvederà ad acidificare il contenitore con acido muriatico secondo le modalità previste dal tipo di esame richiesto.
Si tratta di sostanze altamente corrosive e irritanti
ATTENZIONE: NON LASCIARE ALLA PORTATA DEI BAMBINI,IN CASO DI INGESTIONE ACCIDENTALE RIVOLGERSI AL PIU VICINO PRONTO SOCCORSO. IN CASO DI CONTATTO CON LA PELLE O CON GLI OCCHI LAVARE ABBONDANTEMENTE CON ACQUA E RIVOLGERSI AL PIU VICINO PRONTOSOCCORSO
Maneggiare con cautela e conservare fuori della portata dei bambini.
Al mattino il paziente deve svuotare la vescica scartando le urine della notte.
Vanno raccolte tutte le urine della giornata comprese quelle della notte. Terminare la raccolta la mattina seguente alla stessa ora a cui si è svuotata la vescica il mattino precedente.. Conservare le urine in un luogo fresco.
Consegnare tutta la raccolta al Laboratorio.

Nel caso di esami da eseguire sulle urine delle 24 h è comunque preferibile contattare preventivamente il laboratorio che fornirà le indicazioni per la corretta esecuzione della raccolta.

MODALITÀ DI RACCOLTA DELLE URINE DELLE 24 ORE OSSERVANDO UNA OPPORTUNA DIETA PER RICERCA DI: ACIDO VANIL MANDELICO, ACIDO OMOVANILLICO, ACIDO MANDELICO
E’ necessario seguire una dieta priva dei seguenti alimenti il giorno prima e per tutta la giornata della raccolta: banane, vaniglia, cioccolato, caffè, tè, nocciole, noci e verdure in genere.

MODALITÀ DI RACCOLTA E CONSERVAZIONE DELLE URINE PER ESAME CITOLOGICO
Prima di iniziare la raccolta delle urine munirsi degli appositi contenitori che possono essere forniti dal Servizio di Laboratorio .
Scartare la prima urina del mattino.
Bere mezzo litro/1litro di acqua,tisana,thè o altra bevanda purchè non gasata.
Raccogliere la seconda urina nell’apposito contenitore facendo attenzione a non rovesciare il conservante presente all’ interno.
ATTENZIONE Non conservare i campioni in frigorifero ma in luogo fresco.
Ripetere la stessa procedura per tre giorni consecutivi e consegnare i campioni al laboratorio entro le ore 9.0

MODALITÀ DI RACCOLTA DEL CAMPIONE PER L’ESAME CHIMICO-FISICO DELLE FECI
Raccogliere una quantità di feci pari ad una noce(in caso di feci solide)o un terzo del contenitore (in caso di feci liquide), mediante il cucchiaino inserito nell’apposito contenitore (disponibile in farmacia ).
Non sono necessarie diete o precauzioni particolari; non riempire troppo il contenitore e non contaminare la superficie esterna.
Avvitare accuratamente il contenitore e conservarlo in luogo fresco.
Consegnare al Laboratorio il campione così trattato entro 24 ore.

MODALITÀ DI RACCOLTA DEL CAMPIONE DI FECI PER LA RICERCA DEL SANGUE OCCULTO
Non è necessario praticare alcuna dieta particolare prima del test. Non eseguire il test durante il periodo mestruale. Se si è affetti da emorroidi e/o ragadi seguire una dieta ricca di fibre e acqua al fine di facilitare l ‘evacuazione.
Evitare durante i tre giorni della raccolta il sanguinamento delle gengive
Raccogliere un campione di feci in un contenitore per feci fornito in farmacia . e consegnarlo al laboratorio
In alternativa ritirare il flacone apposito fornito dal Laboratorio .
Svitare il tappo a vite del flacone consegnato dal Laboratorio, facendo attenzione a non versare il liquido contenuto.
Infilare lo stick (bastoncino) in modo casuale in diversi punti del campione di feci.
Si raccomanda che attorno allo stick rimanga una piccola quantità di feci.
Reinserire lo stick nel flacone e avvitare accuratamente fino a completa chiusura.
Il campione così trattato può essere conservato in frigorifero o in luogo fresco.

MODALITÀ DI RACCOLTA DEL CAMPIONE DI FECI PER COPROCOLTURA E ESAME PARASSITOLOGICO
Raccogliere un campione di feci in un contenitore per le feci ( disponibile in farmacia).
Raccogliere una quantità di feci pari ad una noce(in caso di feci solide)o un terzo del contenitore (in caso di feci liquide)) mediante l’apposita spatolina ed inserirla nel flacone.
Avvitare accuratamente il flacone e consegnarlo al laboratorio oppure conservarlo in f luogo fresco fino alla consegna in laboratorio che deve avvenire massimo entro 12 ore Nel caso di prescrizione di raccolte multiple (di solito tre campioni) la consegna deve avvenire ogni mattina per singolo campione raccolto

MODALITÀ DI ESECUZIONE DELLO SCOTCH TEST PER LA RICERCA DI OSSIURI
Ritirare il materiale in Laboratorio prima dell’esame (vetrini e porta-vetrini).
I campioni devono essere raccolti al risveglio prima che il soggetto defechi e si lavi.
Preparare un vetrino pulito e tagliare con le forbici un pezzo di nastro adesivo trasparente poco più corto del vetrino.
Far aderire il nastro adesivo sulle pliche perianali e comprimere bene per circa 15- 20 secondi.
Staccare il nastro adesivo ed applicarlo, ben steso, sul vetrino.
A prelievo ultimato lavarsi bene le mani in quanto le uova degli ossiuri sono infettanti

MODALITÀ DI RACCOLTA DEL CAMPIONE DI ESPETTORATO PER LA RICERCA COLTURALE E CITOLOGICA
Munirsi di un contenitore sterile acquistabile in farmacia (i contenitori sterili possono essere ritirati anche presso il Laboratorio).
Il paziente deve essere collaborativo espettorando, con colpi di tosse profonda, direttamente nel contenitore sterile.
La raccolta deve essere eseguita al mattino appena alzati.
I campioni devono essere inviati al Laboratorio nel più breve tempo possibile.
I campioni di saliva saranno scartati.

MODALITÀ DI RACCOLTA DEL LIQUIDO SEMINALE PER SPERIOGRAMMA
L’esame si esegue SOLO su appuntamento telefonico (presso la segreteria del Laboratorio Analisi).
Osservare un periodo di astinenza sessuale da 3 a 5 giorni prima dell’esame.
Il campione deve essere ottenuto tramite masturbazione.
Non devono essere utilizzati profilattici.
Eseguire un’accurata igiene dei genitali esterni prima di iniziare la raccolta.
Raccogliere il liquido direttamente in un contenitore sterile
Raccogliere tutto il liquido.

Consegnare il campione al Laboratorio entro40 minuti max dalla raccolta. Durante il trasporto il contenitore deve essere ben chiuso ,tenuto a temperatura corporea senza subire sbalzi di temperatura.
In alternativa il campione può essere raccolto presso il laboratorio.
E’ assolutamente necessario attenersi alle istruzioni. La non osservanza può alterare in modo notevole i risultati dell’esame.

MODALITÀ DI RACCOLTA DEL LIQUIDO SEMINALE (PER ALTRI ESAMI)

Altri esami su liquido seminale non richiedono una tempistica cosi puntuale . Possono essere quindi raccolti con le stesse modalità e consegnati lal laboratorio il prima possibile e comunque entro max 2 ore conservandoli in frigorifero.
Nel caso di Spermiocoltura sospendere eventuali terapie antibiotiche almeno 4-5 gg.prima dell’esame evitando rapporti sessuali il giorno precedente.
Per la ricerca della Chlamydia consegnare al laboratorio anche una provetta con le urine della prima minzione senza scartare il mitto iniziale.

PREPARAZIONE DEI PAZIENTI PER IL PRELIEVO DI CAMPIONI BIOLOGICI TRAMITE TAMPONI
TAMPONE AURICOLARE

Non procedere alla pulizia del canale auricolare nelle ore precedenti la raccolta delle secrezioni per l’esame microbiologico. Non instillare farmaci nel padiglione auricolare
sospendere eventuali terapie antibiotiche almeno 4-5 gg. prima dell’esame.

TAMPONE FARINGEO,MUCOSA LINGUALE,MUCOSA GENGIVALE

Preferibile il digiuno onde evitare eventuali stimoli al vomito in fase di prelievo, Non effettuare gargarismi o sciacqui del cavo orale. Non lavare i denti. Non fumare prima del prelievo
sospendere eventuali terapie antibiotiche almeno 4-5 gg. prima dell’esame.
TAMPONE NASALE

Non instillare farmaci nel naso nelle ore precedenti il prelievo. Non lavare le coane nasali
sospendere eventuali terapie antibiotiche almeno 4-5 gg. prima dell’esame.

TAMPONE OCULARE

Non lavare gli occhi,non instillare farmaci(colliri) negli occhi. Non usare pomate oftalmiche nelle ore precedenti il prelievo
sospendere eventuali terapie antibiotiche almeno 4-5 gg. prima dell’esame.
TAMPONE CUTANEO

Non lavare e/o disinfettare la zona del prelievo. Le unghie non devono essere tagliate nei giorni precedenti e non deve essere fatto uso di antifungini e disinfettanti
sospendere eventuali terapie antibiotiche almeno 4-5 gg. prima dell’esame.

TAMPONE URETRALE

Evitare di urinare nelle 4(min 2) ore precedenti il prelievo
sospendere eventuali terapie antibiotiche almeno 4-5 gg.prima dell’esame evitando rapporti sessuali il giorno precedente.

TAMPONE VAGINALE

Non essere in periodo mestruale.Non avere rapporti sessuali,non utilizzare lavande o farmaci per uso locale nelle 24 ore precedenti il prelievo
sospendere eventuali terapie antibiotiche e o antmicotiche almeno 4-5 gg.prima dell’esame.

• CONSERVAZIONE DEI CAMPIONI
Conservazione dei campioni:
• Sangue: 5 giorni
• Urina: smaltita dopo l’esame
• Tamponi: smaltiti dopo l’esame

Il personale può valutare in questo periodo la possibilità di ripetere alcuni esami laddove questa esigenza venga richiesta dal paziente o, il personale stesso, ritenga necessario ripetere uno o più esami.