Esistono diverse forme di epatite denominate
Epatite A: infeziione che insorge con l’alimentazione di cibi contenenti il virus Epatite A.Essa tende nella maggior parte dei casi alla guarigione spontanea. Gli esami da fare sono, oltre le transaminasi, le attività anticorpali M e G, che valutano l’epoca di insorgenza della malattia.
Esami eseguibili: anticorpi anti HAV frazioni M e G
Epatite B cosiddetta da siringa.La malatiia insorge per introduzione parenterale dei virusE’ in genere di maggior gravità della A e ntende più facilemente a cronicizzare con danni epatici.Si possono eseguire dosaggi anticorpali verso diversi antigeni del virus.E’ possibile la vaccinazione ed eseguire il dosaggio delle attivitàù antivirali dopo la vaccinazione per valutarne l’efficacia.
Esami eseguibili:HBsEg ricerca antigene,dosaggio anticorpi anti HBc ,anti HBe
Epatite C pure da introduzione parenterale ,ma a differenza dei precedenti, non tende alla guarigione spontanea, ma tende alla cronicizzazione ed allo sviluppo di malattie epatiche.
In tutte è indispensabile conoscere i livelli delle transanimasi,che sono indici di sicuro danno epatico:Il loro andamento può essere fluttuante nel tempo.

Tale fluttuazione è indice di persistenza della malattia anche in assenza di sintomatologia.
Recentemente è possibile eseguire il dosaggio delle attività virali.Questo consente di valutare non solo lo stato della malattia ,ma anche la augurabile loro scomparsa e quindi la guarigione.
Esami eseguibili:HCV monitoraggio antigene,dosaggio anticorpi anti HCV